Crea sito

Foto di Ostia

 

 

In questa pagina potete pubblicare le vostre poesie inviando un

con il testo dell'opera ( non inviate allegati l'antivirus li elimina automaticamente )

 e il vostro nome al quale sarà abbinato il proprio indirizzo di posta elettronica.

Foto di Ostia declina ogni responsabilità, chi invia è responsabile del contenuto e/o dell'appropriazione indebita da altre fonti, le email ricevute saranno archiviate sia elettronicamente che in forma cartacea per un eventuale verifica nel caso qualcuno rivendichi la proprietà di quanto pubblicato.

 

 

 

 

 

A mia moglie

 

  Un raggio di sole ha colpito il suo viso

Rivedo di nuovo il suo sorriso

Forse l’amore ha colpito il suo cuore

Sento di nuovo la sua anima che parla

Con il suono dolce della sua voce

Forse dopo un lunghissimo inverno

Il sole torna di nuovo a riscaldare la terra

E la neve che prima sembrava una lastra di ghiaccio

Ora sembra un candido manto che copre la montagna

Di nuovo il verde dei suoi occhi

Diventa intenso come il colore del mare

Che dopo la tempesta si placa e riflette i raggi del sole

Riprende il cammino della vita

I nostri cuori ricominciano a battere

Forse il nostro amore si riaccende

Il sole e la luna si incontrano di nuovo

In un tenero abbraccio dietro la montagna

Nascosti da un soffice manto di neve

E forse nasce una nuova vita.

Antonino

 

 

Il cuore e la mente

 

Perché il cuore e la mente

parlano due lingue diverse

Perché il cuore si innamora

la mente ti dice che fai male

Che devi continuare a condurre la vita

che hai sempre condotto

Il cuore dice che ti sei innamorato

La mente dice che sei un cretino

chi te lo ha fatto fare

Il cuore dice sto morendo

La mente dice meno male

Tutto torna normale

Però è il cuore che ti fa star male

È il cuore che ti fa piangere

È il cuore che ti fa soffrire sanguinando

È il cuore che dice alla mente di amare

Alla fine è il cuore che comanda

E la mente non può far altro che ubbidire.

Te ne sei andata e io sto morendo

Mi mancheranno le tue risate innocenti

La mia vita era nelle tue mani

Te ne sei andata e te la sei portata via

Improvvisamente ti sento lontana

Tu riprenderai la tua vita di sempre

E io, io non lo so

Non lo so più.

Antonino

Il primo amore

 

Io capisco benissimo quello che vuoi dire

Se lo devo fare lo voglio fare

Con l’uomo che amo

Non sentirò dolore

Ma solo amore

Sto morendo al pensiero

Di stare da solo con te

Spogliarti piano piano

come togliere i petali a una rosa

averti bellissima davanti a me

e coprirti di baci

fino a mettere il mio viso sul tuo petto

e sentire il tuo cuore che batte fortissimo

e perdermi con te fino a non capire più niente.

Come fai a dire che non lo faremmo

Come fai a dire che non perderemmo

la testa, come fai a dire che non me lo chiederesti

e come fai a pensare che io ti direi di no amore mio

Vuoi mischiare le tue lacrime alle mie

ora ti sto pensando

sto piangendo.

Questi sono i momenti

che non sono il tuo amico

ma il tuo amore tesoro mio

e farei qualsiasi cosa tu mi chiedessi

Tu su di me

sarebbe come mettere un ceppo sul fuoco

sperando che non prenda fuoco

Tu mi stai insegnando com’è il vero amore

Per tanti anni ho fatto l’errore

Di scindere il sesso dall’amore

Non riesco a staccare il pensiero da te

È come se fossi tuo e mi impedissi

di muovermi

Forse le distanze ci impediranno di fare pazzie

Io sto come te non so cosa fare

Ma una cosa posso dirti

Fa di me quello che vuoi

Se tu metterai le tue mani sul mio viso

La tua bocca sulla mia

Il tuo cuore sul mio

Non capirò più niente

E ti lascerei fare quello che vuoi

Sono tuo amore mio

Ormai sono tuoi anche i miei pensieri

Sono fuori di me piccolo tesoro mio

Antonino

 

Brezza di mare

 

Salata brezza di mare sulle labbra
mentre al tramonto
i corpi ancora uniti
sulla calda sabbia,
lambiti dalle fredde acque,
si lasciano baciare
dagli ultimi raggi di sole
di un giorno che sta morendo!
 

Daniela Moreschini